La sottomissione dei contributi scientifici (abstract submission) è consentita esclusivamente on-line a partire dal giorno 8 maggio 2019. Le deadline sono:

20 giugno 2019 per le presentazioni orali

2 luglio 15 luglio 17 luglio 2019 per i poster  (NUOVA DEADLINE)

Oltre tale scadenza NON PROROGABILE ulteriormente, non saranno più possibili né modifiche agli abstract sottomessi, né nuovi inserimenti.

Non verranno presi in considerazione, indipendentemente dal loro contenuto scientifico, i contributi inviati in formato cartaceo, i dattiloscritti non conformi alle norme indicate nel modulo on-line o inviati dopo il suddetto termine.

[Il proponente deve innanzitutto selezionare se intende sottomettere l’abstract come presentazione orale o come poster,

le regole descritte di seguito valgono per entrambe le categorie]

 

ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEGLI ABSTRACT E DELLE PRESENTAZIONI ORALI

 

Per poter procedere con la sottomissione dell’abstract bisogna prima registrarsi come nuovo utente al link dedicato, disponibile in fondo a questa pagina, e inserire i principali dati anagrafici.

Riceverà via email un ID ed una Password che saranno utili per rientrare nell’area personale.

Cliccando sull’icona “Invio un abstract” si potrà procedere con l’inserimento.

Prima di cominciare con l’invio del lavoro, assicurarsi di essere in possesso delle seguenti informazioni:

• Dettagli contatto della persona che invia il lavoro (nome e cognome per esteso, affiliazione, email, indirizzo completo, telefono, data di nascita). Chi invia l’abstract (anche se non sarà il Presentatore) sarà l’interlocutore della Segreteria Organizzativa (AIM) per tutte le comunicazioni relative agli abstract inviati.

• Dettagli contatto dei Co-Autori (nome e cognome per esteso, affiliazione, laurea, specializzazione e carica)

• CV Europeo del Presentatore datato e firmato (con consenso al trattamento dei dati personali ed aggiornato con esperienza degli ultimi 2 anni) e dichiarazione assenza conflitto di interesse dell’Autore presentatore (v. link in fondo al documento) utili per l’accreditamento ECM del Congresso

Al momento della sottomissione deve essere indicato se il materiale è già stato presentato o pubblicato in altre riviste prima del congresso. I lavori sottomessi devono infatti essere inediti.

 

Avviso importante: verrà richiesto di fornire obbligatoriamente i seguenti dati relativi a tutti i co-autori del lavoro, necessari per la pre-richiesta di autorizzazione dell’evento all’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco):

• cognome (Rossi)

• nome (Mario)

• laurea (Medicina e Chirurgia)

• specializzazione (Reumatologia)

• ente (Ospedale San Raffaele)

• città (Milano)

 

 

 

PRINCIPALI INFORMAZIONI

Il titolo dell’abstract non deve eccedere i 200 caratteri (spazi inclusi) e deve essere sintetico, informativo, preciso e coerente con il contenuto. 

Abstract riportanti dati identificativi verranno esclusi e non saranno oggetto di valutazione.

L’affiliazione o istituzione non deve essere citata nel titolo o nel corpo dell’abstract, a garanzia della indipendenza della valutazione.

Abstract riportanti dati identificativi ( nome ospedale, ASL di appartenenza, nomi di persone, etc..) saranno esclusi a insindacabile discrezione dei revisori.

Sarà possibile fare riferimento alla Regione di appartenenza ma non alla provincia e/o città.

L’abstract non deve contenere informazioni sul nome commerciale/titolari dei prodotti studiati (farmaci, sistemi informatici, etc..).

Il nome commerciale è ammesso qualora non ci siano altre alternative terapeutiche, se lo studio confronta più prodotti ( es. generici/originator, biosimilari) o se nell’ambito dei case report si stia descrivendo una reazione avversa riferibile al prodotto specifico. In questo ultimo caso l’autore deve dichiarare che la reazione è stata già opportunamente inserita nella RNF.

• Il testo dell’abstract non deve eccedere le 400 parole e i 3200 caratteri (spazi inclusi), un contatore visualizzerà il numero di caratteri e parole inserite.

• Non inserire nel testo dell’abstract alcun riferimento al centro/istituto di ricerca

Categorie

Le categorie proposte per questa edizione sono le seguenti:

  1. Biotecnologie farmaceutiche e nanotecnologie
  2. Continuità assistenziale ospedale-territorio
  3. Cure palliative e terapia del dolore
  4. Dispositivi medici e dispositivo vigilanza
  5. Farmaceutica territoriale
  6. Farmacia clinica
  7. Farmacoepidemiologia, farmacoutilizzazione e Real World Evidence
  8. Farmacovigilanza e tossicità
  9. Formazione e informazione
  10. Galenica, nutrizione clinica, radiofarmacia
  11. Geriatria e cronicità
  12. Global health e salute pubblica
  13. HTA e farmacoeconomia
  14. Implementazione sistemi di qualità e gestione del rischio
  15. Legislazione
  16. Modelli organizzativi, logistica e tecnologie
  17. Malattie infettive
  18. Malattie rare
  19. Management e organizzazione
  20. Oncologia
  21. Pediatria
  22. Prevenzione e stili di vita
  23. Psichiatria
  24. Sperimentazione clinica e bioetica
  25. Altra tematica non compresa nelle precedenti

 

Nella valutazione dei case report verranno tenuti in considerazione:

-originalità, eccezionalità nella comune pratica clinica della circostanza descritta

-qualità della presentazione e compilazione del case report correttezza,

-adozione di criteri diagnostici comunemente accettati per la definizione del caso e risoluzione di eventuali dubbi diagnostici

-utilità/rilevanza e impatto che la segnalazione può determinare nella pratica clinica.

 

Potranno essere sottomessi abstract scientifici, metodologici o case report.

ABSTRACT

 

  • Il testo dell’abstract scientifico o metodologico dovrà essere suddiviso come segue:

BACKGROUND e OBIETTIVI descrivono in maniera sintetica, chiara e precisa il contesto conoscitivo nel quale si colloca il lavoro e gli obiettivi coerenti con lo svolgimento e la metodologia utilizzata.

MATERIALI/ METODI devono esplicitare il disegno dello studio, la metodologia seguita, gli strumenti utilizzati, e le misure di outcome/analisi utilizzate.

RISULTATI descritti in maniera precisa ed esaustiva, riferendosi a dati oggettivi e rappresentativi. Se i dati disponibili sono molti, riportare i più significativi. Non sono accettabili dichiarazioni su dati che devono ancora essere prodotti. È necessario che si evinca un cambiamento, una differenza in termini numerici e non tra prima e dopo l’intervento descritto.

CONCLUSIONI formulate in modo coerente rispetto agli obiettivi, al lavoro descritto e ai risultati conseguiti, specificandone il significato.

BIBLIOGRAFIA riportata secondo le indicazioni dell’International Committee of Medical Journal Editors.

CASE REPORT

 

Il testo di un case report dovrà essere suddiviso come segue:

TITOLO deve specificare che si tratta di un “case report” e contenere gli elementi chiave del caso come ad esempio, una reazione avversa, la diagnosi, l’intervento o il risultato.

INTRODUZIONE riassume il contesto del caso clinico che si presenta in maniera inusuale, con riferimento alla letteratura scientifica se disponibile, e le motivazioni che hanno portato alla stesura del case report.

DESCRIZIONE CASO riporta: caratteristiche demografiche del paziente/i, storia clinica, interventi effettuati in ordine cronologico; terapia/e in atto (indicazioni, dosaggio, durata etc.), prevenzione e stili di vita ove conosciuti; risultati degli accertamenti effettuati, valutazione clinica obiettiva e valutazione diagnostica; outcome e insegnamenti tratti dal caso descritto.

TIMELINE descrive lo svilupparsi del caso in ordine cronologico (date e orari, se noti) per facilitare la comprensione degli interventi effettuati o i risultati ottenuti/riscontrati, in relazione alla storia clinica del paziente.

FOLLOW UP E RISULTATI riassumono il decorso clinico/risposta del paziente all’intervento valutato, lavalutazione degli eventi avversi rilevati o la definizione di una particolare diagnosi/intervento

DISCUSSIONE E CONCLUSIONE riassumono i punti di forza e i limiti associati al caso descritto, includendo i riferimenti alla letteratura scientifica e medica, e come l’osservazione/risultato possa influenzare il trattamento di altri pazienti o essere rilevante nella pratica clinica

BIBLIOGRAFIA riportata secondo le indicazioni dell’International Committee of Medical Journal Editors.

 

Nella valutazione dei case report verranno tenuti in considerazione:

-originalità, eccezionalità nella comune pratica clinica della circostanza descritta

-qualità della presentazione e compilazione del case report correttezza,

-adozione di criteri diagnostici comunemente accettati per la definizione del caso e risoluzione di eventuali dubbi diagnostici

-utilità/rilevanza e impatto che la segnalazione può determinare nella pratica clinica.

Conflitti di interesse

Gli autori devono dichiarare tutti i possibili conflitti di interesse, inclusi accordi finanziari o rapporti di consulenza, con qualsiasi struttura coinvolta nella ricerca. Anche l’eventuale assenza di conflitti di interesse deve essere dichiarata.

 

Responsabilità

Quanto espresso nei lavori è di esclusiva responsabilità dell’/degli autore/i, così come l’accuratezza delle citazioni. SIFO non si assume alcuna responsabilità del contenuto dei lavori.

 

Area di download documenti:

• Clicca qui per scaricare le LINEE GUIDA ABSTRACT

• Clicca qui per scaricare il MANUALE UTENTE DELLA PIATTAFORMA ABSTRACT

• Clicca qui per scaricare il PROTOTIPO CV EUROPEO

• Clicca qui per scaricare l’AUTOCERTIFICAZIONE CIRCA IL CONFLITTO DI INTERESSI

 

Valutazione per abstract e presentazioni orali

Gli abstract sottomessi saranno valutati da parte di revisori (Referee) nominati dal Comitato Scientifico del Congresso mediante processo di peer review in cieco.

 

Gli abstract per le comunicazioni orali che non verranno accettati, potranno essere presentati come poster secondo le deadline indicate al link www.congressosifo.com.

Gli autori degli abstract sottomessi come poster ritenuti meritevoli di essere esposti durante il congresso come presentazione orale, verranno ricontattati per l’eventuale inserimento nel gruppo dei relatori.

 

Punteggio

Saranno valutate 7 caratteristiche dell’abstract, ad ognuna delle quali verrà assegnato un punteggio come segue:

1. Attinenza al tema principale del Congresso/Evento: Score: 0-2 (0 assenza / 2 presenza)

2. Obiettivi ben definiti e raggiungibili: Score: 1-5

3. Validità metodologica: Score: 1-5

4. Coerenza tra obiettivi/risultati/conclusione: Score: 1-3

5. Originalità del lavoro: Score: 1-5

6. Rilevanza dei risultati e impatto sulla pratica assistenziale/professionale: Score: 1-5

7. Struttura dell’abstract, esposizione e comprensibilità: Score: 1-5

Score 1-5:   1 = insuff., 2 = suff., 3 = buono, 4 = ottimo, 5 = eccellente

Score 1-3:   1 = mediocre; 2 = sufficiente

 

Accettazione

Si precisa che la piattaforma di sottomissione abstract prevede diversi campi obbligatori, necessariamente da compilare per procedere alla sottomissione.

Saranno accettati per la pubblicazione i lavori che ottengono punteggio tra 18 e 30.

I primi 30 migliori abstract concorrono all’attribuzione dei premi previsti.

Il premio potrà essere assegnato se il primo autore risulterà:

  • in regola con la posizione associativa SIFO, da dichiarare all’atto della sottomissione dell’abstract
  • iscritto al Congresso.

 

 

Contatti 

Per ulteriori informazioni riguardanti l’invio degli abstract, si prega di contattare la Segreteria Organizzativa all’indirizzo sifo2019.scientifico@aimgroup.eu oppure al numero +39 0256601.1